Le ECOPASSEGGIATE. Riscoprire i tesori dei nostri boschi camminando.

.

Nell’ambito delle iniziative “Verso Ecovinci 2022” ci tenevamo a proporre un programma di passeggiate ed escursioni per ritrovare e condividere la bellezza e la ricchezza del nostro ambiente.

La riscoperta e la tutela del territorio, la cura per il paesaggio e gli esseri che lo vivono sono tra i temi più cari a Ecovinci festival e per questo riteniamo importante creare delle occasioni per invitare i cittadini a conoscere e riconoscere le caratteristiche del territorio e le possibili azioni che possiamo compiere per salvaguardarlo.

Ci piace immaginare una passeggiata nel bosco come un bellissimo viaggio alla scoperta degli elementi naturali che lo compongono: le piante, gli animali, le formazioni geologiche. Allo stesso tempo è un’occasione per osservare la nostra storia di esseri umani, attraverso l’analisi critica del paesaggio: il risultato della nostra interazione, passata e presente, con l’ambiente.
Il primo appuntamento di questo ciclo sarà infatti dedicato all’osservazione del paesaggio terrazzato. Lungo il percorso si osserveranno terrazzamenti storici, sistemazioni idrauliche in pietra a secco e diversi tipi di manufatti.

Le ecopasseggiate sono realizzate in collaborazione con le associazioni di zona che da anni sono parte importante di Ecovinci. Tra queste: Montalbano Domani che oltre ad occuparsi della cura dei sentieri e della fruibilità dei nostri boschi, da anni organizza corsi per imparare a costruire i muretti a secco; Navarre, che si occupa di progetti ambientali, escursionismo ed educazione ambientale e all’interno di Ecovinci festival cura le attività dedicate ai più piccoli e le escursioni; ITLA Italia, sezione italiana dell’alleanza mondiale per i paesaggi terrazzati che ne promuove la tutela e valorizzazione.

Per il programma delle passeggiate vi invitiamo a seguire le nostre pagine Facebook e Instagram dove troverete tutte le indicazioni per poter accedere alle iniziative.

Ecogiovedì – Dall’afghanistan alla Palestina. Troppe guerre, nuove armi.

Ecovinci Festival torna in presenza, dopo l’annullamento dell’edizione 2021, in una nuova forma: un programma di eventi “verso Ecovinci Festival 2022” di cui faranno parte gli Ecogiovedì, gli Ecocorsi, le Ecopasseggiate e gli Ecoprogetti.

Il primo incontro della serie Ecogiovedì dal titolo “Dall’Afghanistan alla Palestina. Troppe guerre, nuove armi”, che si svolge in occasione della giornata delle forze armate, vuole porre l’attenzione proprio sulla necessità del disarmo e accendere i riflettori sulle tante guerre ancora in corso nel nostro Pianeta.

Per farlo interverranno, giovedì 4 novembre2021, dalle 21.30 alla Casa del Popolo di Sovigliana (via Empolese, Vinci), Francesco Vignarca della Rete Italiana per il Disarmo, Alessandro De Pascale, giornalista d’inchiesta e Alice Pistolesi, giornalista dell’Atlante delle guerre e dei conflitti del mondo. A moderare la serata sarà il giornalista Giovanni Mennillo.

L’evento si svolgerà nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19. L’ingresso è consentito solo con green pass.
Sarà possibile seguire l’evento in diretta Facebook dalla pagina di EcoVinci Festival.

ANCHE QUEST’ANNO TORNA LA PARATA

La parata è per noi l’occasione per divertirsi, dimostrando ancora una volta quali sono per noi i tasti dolenti a cui siamo sensibili.

E’ diventata nel corso delle edizioni lo spettacolo centrale della domenica, è colorata, trascinante, è divertente per noi partecipanti e per gli spettatori, che sono sempre liberi di unirsi al gioco, che in fondo in fondo un gioco non è mai.
Nell’ultima edizione siamo stati invasi da creature marine, abbiamo visto nuotare per le vie del paese meduse, orche, squali grandi e piccini, acciughe, tartarughe e non poteva certo mancare il nostro Leonardo da Vinci, anche lui rimasto intrappolato nelle reti di una pesca poco sostenibile che insieme alle tonnellate di plastica che sono riversate in mare ogni minuto contribuiscono alla rovina di un ecosistema ormai allo stremo delle forze.

La parata della prima edizione di EcoVinci è stata portavoce di una delle nostre più sentite battaglie, ovvero la lotta al Glifosato e a tutti i pesticidi nocivi per noi e per tutti i nostri piccoli amici indispensabili, quali soprattutto le api, che prima di cadere sotto lo spruzzo nocivo del pesticida che di arancione tutto colora, svolazzavano festanti fra i banchi del mercato e i partecipanti divertiti.

Lo spettacolo dei colori delle nostre parate è dato soprattutto dalla maestria che le mani delle Signore di “Porte Aperte” mettono nel realizzare i costumi, ogni anno nuovi, sempre più belli e sempre rigorosamente fatti con materiali di recupero.

Non ci resta perciò che aspettare di vedere cosa capiterà quest’anno al nostro Leonardo.

TORNA L’ECOVINCI FESTIVAL – EDIZIONE 2021

Ecovinci festival nasce nel 2018 sulla spinta di G.a.s.1000piedi di Vinci e Cerreto Guidi, Pro Loco Vinci e associazione Biodistretto del Montalbano, con l’obbiettivo di far conoscere le tematiche e i tanti progetti sul territorio inerenti la tutela dell’ambiente, il consumo critico e il vivere sostenibile.

In questo ultimo anno è cresciuto l’interesse generale nei confronti degli argomenti cari al festival tra cui la tanto declamata transizione ecologica e proprio per questo la motivazione e l’impegno che muovono questa edizione sono ancora più forti.

La formula rimane quella degli anni precedenti: momenti di riflessione abbinati e intervallati da momenti di svago e condivisione.

Nei pomeriggi di sabato e domenica abbiamo in programma le interviste ai protagonisti del mondo dell’attivismo ambientale e sociale. Parleremo di sovranità alimentare, economia solidale, agricoltura sostenibile, rifiuti, territorio e salute, tutela dei boschi e dei parchi, energie rinnovabili, impegno politico e amministrazioni sensibili.

La nostra attenzione va principalmente alle famiglie, che speriamo di accogliere numerose, per cui stiamo preparando un programma di eventi molto ricco.

Ci saranno tante attività all’aria aperta: i laboratori sulle erbe spontanee; le passeggiate sui sentieri del Montalbano dell’associazione Montalbano Domani; una escursione notturna alla scoperta della fauna ornitologica organizzata dal Gruppo boschi del Biodistretto del Montalbano; i laboratori a tema ambientale a cura di Navarre e quelli sul riciclo creativo; tornerà anche la pulizia del bosco che nell’edizione 2019 ebbe grandissimo successo.

La domenica sarà, poi, la giornata del mercatino in cui si potranno incontrare i produttori locali e biologici, gli artigiani del riciclo e gli espositori di mezzi sostenibili con la possibilità di effettuare test drive.

Domenica avremo anche l’ormai tradizionale Ecoparata, una coloratissima sfilata a tema che ogni anno sfila per il centro di Vinci, realizzata in collaborazione con Porte Aperte onlus.

La stessa associazione realizzerà, nella serata di sabato una sfilata con gli indumenti recuperati e realizzati all’interno del loro progetto di inclusione sociale.

Non mancherà l’occasione di gustare prodotti locali di qualità.

La manifestazione è patrocinata dal comune di Vinci che ha dimostrato la sua disponibilità e il suo impegno nel sostenere Ecovinci e i progetti che sono nati e crescono con esso. Tra questi il Progetto Educativo Ambientale, con cui abbiamo portato nelle scuole elementari un programma di iniziative  per introdurre i bambini alle tematiche relative alla sostenibilità, alla conoscenza e tutela ambientale e del paesaggio, al cibo salubre, coinvolgendoli direttamente in attività che, nel loro piccolo, rappresentino azioni concrete tese a migliorare i “dintorni” del loro (e quindi del nostro) mondo. Coglieremo l’occasione della festa per consegnare ai partecipanti un diploma per la conclusione del percorso e per presentare le proposte per il prossimo anno.

La manifestazione, in linea con lo spirito che la anima, è completamente gratuita per il pubblico e si svolgerà in piena sicurezza, ovviamente seguendo i protocolli che saranno in vigore in quel momento. Il programma completo verrà pubblicato QUI sul nostro sito e sulle pagine Facebook e Instagram del festival.

Siamo entusiasti di poter ripartire e mettere anima e corpo in questo evento che per noi rimane una festa, in cui vogliamo raccontare cosa muove i nostri passi, perché teniamo tanto all’ambiente, alla natura, al nostro amato territorio e a tutti quei soggetti che lo tutelano.